back

LE SEI TAPPE DEL COLLOQUIO DI LAVORO [3]

04 Dicembre, 2019
LE SEI TAPPE DEL COLLOQUIO DI LAVORO [3]

IL COLLOQUIO

L’attesa è finita. 

Il giorno del colloquio è arrivato. Ancora qualche accorgimento, prima di uscire di casa: il look sia consono alla situazione, presenza curata e formale daranno subito impressione di serietà. Non dimenticate una copia cartacea del vostro C.V. e attenzione al cellulare: silenziatelo per evitare squilli inopportuni! Studiato il percorso? Tenuto conto del traffico? Orari dei mezzi? Non è per mettervi ansia, ma la puntualità è d’obbligo. 

Eccoci al dunque: una bella stretta di mano al referente dell’azienda, scandite il vostro nome e cognome, un respiro profondo e si comincia. Storia professionale? Se richiesta, presentatela in maniera fluida e organizzata. Quanto al colloquio vero e proprio, non limitatevi all’ascolto: mostratevi curiosi, chiedete specifiche su ruolo proposto, sulle competenze necessarie, sulla responsabilità che comporta, sul coinvolgimento nei processi aziendali. E perché no? Sulla persona che ricoprirebbe il ruolo di vostro diretto responsabile.

Se lo ritenete opportuno, prendete appunti e non siate timidi: se qualcosa non vi è chiaro chiedete spiegazioni. In chiusura, domandate se il processo di selezione prevede altri colloqui e informatevi sulle tempistiche per avere un feedback da parte dell’azienda. 

Ora riavvolgiamo il nastro. Se il colloquio non fosse di persona, ma in video? Capita molto spesso. Le linee guida che vi abbiamo fornito non cambiano (puntualità, abbigliamento curato, telefono silenziato…), aumentano però gli aspetti da considerare affinché tutto proceda per il verso giusto. In primis, il “biglietto da visita” online: la foto profilo sia professionale (no look da spiaggia o occhiali da sole…) e l’indirizzo email pure (i nickname fantasiosi e/o imbarazzanti restino in ambito privato…). Vi sembreranno consigli superflui, ma non si sa mai. 

Infine il lato squisitamente tecnico, spesso fonte di imprevisti: occhio alla location, che deve avere uno sfondo nitido ed essere priva di rumori o disturbi esterno. E testate il mezzo: una prova pre video-colloquio con persona di fiducia vi metterà al riparo da sgradite sorprese.

Il più è fatto. Sospirone di sollievo e si resta in attesa di conoscere l’esito. Attesa sì, ma proattiva: la fase di follow up va gestita con altrettanta cura. Come? Ve lo spieghiamo nella quarta tappa [continua…]

 

SCOPRI LE OPPORTUNITA'

Select Color: